Il 2022 per i The Sun si è aperto con tanti nuovi progetti e con il desiderio di confermare le iniziative che hanno caratterizzato negli anni il cammino della band. Oggi, quindi, sono orgogliosi di annunciare che da sabato 15 ottobre a domenica 23 ottobre prossimi verrà riproposta l’attesa esperienza di “Un Invito più un viaggio”!

Dopo le straordinarie edizioni del 2014, 2016 e 2018 che hanno visto la partecipazione di quasi 700 persone, Francesco & Co. hanno voluto nuovamente lanciare questo pellegrinaggio che testimonia il loro profondo legame con la Terra Santa e che ha rappresentato per molti un’occasione di rinascita e di svolta, proponendo un programma senza eguali.

the sun gruppo rock in terra santa al santo sepolcro

the sun in pellegrinaggio in terra santa

the sun in pellegrinaggio in terra santa

the sun in pellegrinaggio in terra santa

the sun un invito poi un viaggio documentario vativision

the sun in pellegrinaggio in terra santa

Oltre alla consueta visita dei luoghi tradizionalmente più significativi (Nazareth, Betlemme, Gerusalemme, Lago di Tiberiade, Cafarnao e tanti altri…), un’importante novità riguarda l’approfondimento della Galilea, terra dove Gesù ha vissuto la maggior parte della sua vita.

Non mancheranno momenti particolarmente intensi come la camminata nel deserto di Giuda e sul Monte Carmelo. Torneranno poi ad incontrare importanti realtà caritative e di promozione sociale, tra cui l’Hogar Ninos Dios e la Crèche a Betlemme.

Anche quest’anno, inoltre, la band offrirà un concerto che i partecipanti condivideranno con la comunità cristiana della Galilea, in uno dei luoghi più significativi della storia della salvezza: Nazareth, dove il Verbo si è fatto carne in Maria. 

the sun rock band un invito poi un viaggio terra santa

Per ulteriori informazioni sull’iniziativa e sulla modalità di iscrizione, vi invitiamo a leggere il post di Francesco Lorenzi pubblicato nel suo blog “Per anime libere”: ►LEGGI IL POST

Ricordiamo che il pellegrinaggio “Un invito poi un viaggio” è reso possibile grazie all’impegno di molte persone tra le quali l’Officina del Sole, Lp Pilgrimages, la Custodia di Terra Santa e vari suoi frati e un eccezionale gruppo di sacerdoti/guide.

Con i concerti di Azzate (VA), Vicenza e Vignola (MO) è iniziato ufficialmente il tour 2022 dei The Sun che prevede nuovi appuntamenti in Italia e anche all’estero.

Se Azzate è stata l’occasione per riprendere confidenza con il palco, le date di Vicenza e Vignola hanno rappresentato due momenti significativi per la band. Nella città veneta, infatti, hanno suonato insieme agli amici del Laboratorio del Suono  del SERMIG, il Servizio missionario giovani fondato a Torino da Ernesto Olivero con lo scopo di combattere la fame nel mondo tramite opere di giustizia, promuovere lo sviluppo e praticare la solidarietà verso i più poveri, proponendo un concerto testimonianza dal titolo UNITI NELLA SPERANZA che si è rivelato carico di grande gioia e di profonda emozione.

francesco lorenzi the sun rock band the sun rock band live varese the sun rock band live vicenza the sun rock band live vicenza the sun rock band live vicenza

Nella cornice del bellissimo Teatro Fabbri di Vignola (MO), invece, hanno concretizzato il sogno di alcuni partecipanti al recente pellegrinaggio "Un Invito Poi Un Viaggio...a Fatima” i quali, da varie parti d’Italia e dalla Svizzera italiana, hanno unito le loro forze per realizzare un evento di cui parte del ricavato è stata devoluta al Caritas Baby Hospital di Betlemme, l’unico ospedale pediatrico di tutta la Palestina che i The Sun ben conoscono e supportano da molti anni.

the sun rock band live modena the sun rock band live modena the sun rock band live modena the sun rock band live modena the sun rock band live modena the sun rock band live modena the sun rock band live modena

Nelle prossime settimane, la band sarà impegnata in un tour in Portogallo e in due concerti a Roma, per proseguire poi con altre date. Un’occasione imperdibile per ascoltare gli ultimi singoli usciti, tra i quali La mia legge di attrazione, Un buon motivo per vivere, Lettera da Gerusalemme, e tanti altri brani tratti dai loro album “Spiriti del Sole”, “Luce” e “Cuore Aperto”.

In questo tempo di grande smarrimento generale - confida Francesco - noi sentiamo sempre più l’urgenza di portare un messaggio di luce e speranza. Anche questo è crescere: sentire una responsabilità incombente, voler fare il bene sempre meglio. Dal piccolo al grande evento noi ci mettiamo sempre in gioco!“.

Il calendario è in costante aggiornamento: restate connessi attraverso i canali social per scoprire tutte le novità che verranno pubblicate nelle prossime settimane! ►QUI tutte le date e le info sul tour.

Dal 30 dicembre “Il mio miglior difetto” sarà disponibile sulle piattaforme digitali (Spotify, Deezer, Apple music, ecc.) anche nelle versioni in spagnolo - “Mi mejor defecto”, francese - “Mon meilleur défaut” e inglese - “The best of all my flaws”. 

Caritas Internationalis ha scelto questa canzone come brano ufficiale della campagna mondiale “Together We” (2021-2024), un’iniziativa che mira a combattere la povertà, restituire dignità agli esclusi e proteggere la natura. La versione spagnola è stata cantata da Francesco, mentre la versione francese e inglese da Luca Fiore, artista internazionale che stimiamo molto. 

Siamo entusiasti di rilanciare in varie lingue questo singolo per noi fortemente rappresentativo di ciò che sono i The Sun. Abbiamo sempre desiderato che le nostre canzoni servissero il bene comune: essere la colonna sonora della campagna 2021/2024 della Caritas a livello globale ci riempie il cuore!”.

A questi link potrete ascoltare il brano, disponibili dal 30 dicembre:

Versione italiana

► Versione spagnola

► Versione francese

► Versione inglese

Il docufilm “Un invito poi un viaggio”, girato durante l’edizione del 2016, rappresenta per i The Sun una tappa molto importante nel loro percorso umano e artistico perché ha offerto l’opportunità di raccontare la loro storia, le loro ferite e le loro rinascite, mentre stavano accompagnando in Terra Santa, tra i paesaggi e i luoghi più significativi nella vita di Gesù, oltre 200 pellegrini provenienti da tutta Italia.

Inoltre, le loro testimonianze dirette, intervallate da quelle di giovani e di persone impegnate in progetti caritatevoli e di cooperazione allo sviluppo, permettono di gettare uno sguardo diverso e unico su una realtà così complessa come la Palestina.

Rivedere oggi il documentario provoca grande commozione, soprattutto perché si comprende ad ogni visione come questo viaggio cambi profondamente la vita di quanti vi partecipano, aiutandoli a trovare la loro “Strada del Sole”.

Grazie alla piattaforma Vativision , ora è possibile recuperare il docufilm “Un invito poi un viaggio”, vivendo le intense emozioni e conoscendo tutta la ricchezza che offre il pellegrinaggio realizzato in collaborazione con gli amici dell’Officina del Sole.

Un ringraziamento particolare a Emanuele Meoni per la regia, Sandra Miranda Pattin per la sceneggiatura, Matteo Fagioli, Silvia Dalle Carbonare e Michele Rebesco per l’aiuto nelle riprese e nel montaggio.

Per il noleggio o l’acquisto del documentario, vai al link: https://www.vativision.com/it//un-invito-poi-un-viaggio.

Oggi, 9 aprile 2020, esce “Lettera da Gerusalemme”, il nuovo singolo dei The Sun, frutto di anni di ascolto, concerti, silenzi, preghiere, incontri tra le strade impolverate di Gerusalemme con le sue pietre cariche di storia e i volti bruciati dal sole. Una canzone che i The Sun hanno fortemente voluto pubblicare in occasione della Pasqua, prendendo spunto dalle vicende vissute da Gesù, in particolare la sua passione e risurrezione, proprio in questa città così unica per la storia del gruppo.

Il brano, prodotto in collaborazione con Maurizio Baggio, “nasce dall'ascolto del grande mistero con il quale ogni persona in ricerca, prima o poi, si confronta: un Dio che si fa davvero uomo e che muore per l'uomo, scegliendo di andare fino in fondo e di amare come nessun altro”, afferma Francesco Lorenzi. 

Un pezzo molto intimo, simile ad un dialogo tra un genitore e un figlio bisognoso di protezione, speranza e fiducia: “Un amore così potente da far rinascere, una rinascita così poderosa da ricongiungere tutto in sé e trasformare tutta la realtà, per sempre”. Un brano acustico che Francesco e Co. hanno voluto rivestire con un arrangiamento diverso rispetto al loro sound consueto: voce e due chitarre acustiche, accompagnate da una leggera orchestrazione, supportano il testo intriso di tenerezza e di premura paterna. 

“Lettera da Gerusalemme” è accompagnata da un videoclip completamente animato, disponibile da domenica 12 aprile, giorno di Pasqua, che rappresenta una novità assoluta nello stile visivo della band. “Insieme alla talentuosa disegnatrice veneta Lisa Pizzato (che ha realizzato oltre 5000 disegni) - spiega Francesco - abbiamo immaginato la relazione visibile e invisibile tra l'Amore di Dio e una graziosa bimba che si apre alla vita e al mondo... simbolo di quel puro bambino che vive in ognuno di noi e attraverso il quale possiamo lasciarci amare e stupire da Dio, trasmettendo a nostra volta vita, colore, speranza, fraternità a tutti coloro che incontriamo”. 

Se volete conoscere come è nata “Lettera da Gerusalemme”, quali esperienze e riflessioni l’hanno ispirata, e come ha preso forma il nuovo video, leggete l'articolo pubblicato blog di Francesco “Per anime libere”!

► ASCOLTA e SCARICA “LETTERA DA GERUSALEMME”
► GUARDA IL VIDEOCLIP

“All’apparenza siete certi di sapere quando siete voi a dare o a ricevere, ma non tutto è così evidente, anzi… Credete di fare del bene a un altro, ma state dando a voi stessi.  Non è forse dando che si riceve?” Francesco Lorenzi – I segreti della Luce

La campagna solidale natalizia “Ma io credo in Te”, proposta dall’Officina del Sole e sostenuta dai The Sun, ha raccolto l'importante cifra di  7.000€, devoluti a don Mario Cornioli per finanziare i progetti che da anni realizza a favore dei profughi iracheni nella sua parrocchia di Mar Yousef ad Amman (Giordania).

A fronte di una popolazione di 9 milioni di abitanti, la Giordania accoglie circa 3 milioni di profughi fuggiti da guerre e persecuzioni. Qui i rifugiati si trovano in una sorta di limbo, nell’impossibilità di ritornare alle proprie case e con la speranza di una nuova vita in Australia, nel Nord America o in Europa.

Nella sua parrocchia, che la band ha visitato lo scorso ottobre con oltre 100 persone in occasione della prima edizione dei “Viaggi di Luce”, Abuna Mario e i suoi collaboratori si prendono cura di centinaia di famiglie di rifugiati cristiani, ridando loro dignità attraverso il lavoro e l’istruzione.

In particolare, la raccolta fondi serve a finanziare concreti progetti di promozione umana come la scuola pomeridiana e informale “Our Lady of Carmel” che accoglie centinaia di bambini iracheni; l’atelier di moda “Rafedin, un laboratorio nel quale imparare l’arte del cucito e della creazione di gioielli; la pizzeria Mar Yousef’s pizza che offre ottimo cibo italiano e prodotti di altissima qualità.

the sun rock band viaggi di luce giordania

the sun rock band viaggi di luce giordania

Per ulteriori informazioni e approfondimenti, vi invitiamo a visitare il sito dell’associazione Habibi.

La band desidera ringraziare per l’importante traguardo raggiunto tutti coloro che hanno partecipato a questa iniziativa, consapevoli che ogni piccola goccia donata fa la differenza per la vita di molti.

Anche don Mario ha voluto far giungere a tutti il suo grazie attraverso questo video-messaggio: ► guarda il video.
Buona visione!

Dal 12 al 19 ottobre scorsi i The Sun hanno proposto per la prima volta l'iniziativa "Viaggi di Luce" in Giordania che ha registrato la presenza di oltre 100 persone dall’Italia e non solo.

Un'intensa esperienza umana e spirituale che ha condotto i partecipanti ad incontrare i cristiani iracheni fuggiti dalle persecuzioni dell'Isis e accolti nella parrocchia di Mar Youssef (Amman), retta dall'italiano don Mario Cornioli, con il quale la band condivide da alcuni anni un progetto di cooperazione e solidarietà.

the sun rock band viaggi di luce giordania

the sun rock band viaggi di luce giordania

the sun rock band viaggi di luce giordania

the sun rock band viaggi di luce giordania

the sun rock band viaggi di luce giordania

the sun rock band viaggi di luce giordania

Il viaggio ha inoltre offerto l’opportunità di visitare i luoghi santi della Giordania, le sue bellezze naturali e storiche, e si è concluso con un concerto per oltre 400 bambini e adolescenti rifugiati insieme alle loro famiglie, sostenuto dal Patriarcato Latino in collaborazione con l'associazione Officina del Sole e l'ambasciata italiana ad Amman.

the sun rock band viaggi di luce giordania

the sun rock band viaggi di luce giordania

the sun rock band viaggi di luce giordania

the sun rock band viaggi di luce giordania

the sun rock band viaggi di luce giordania

the sun rock band viaggi di luce giordania

the sun rock band viaggi di luce giordania

the sun rock band viaggi di luce giordania

the sun rock band viaggi di luce giordania

the sun rock band viaggi di luce giordania

the sun rock band viaggi di luce giordaniaÈ possibile rivivere il racconto di quei giorni intensi ed emozionanti sul blog Per anime libere - www.francescolofrenzi.it - di Francesco Lorenzi.

Buona lettura!

►GIORNO 1
►GIORNO 2
►GIORNO 3
►GIORNO 4
►GIORNO 5
►GIORNO 6 (PARTE PRIMA)
►GIORNO 6 (PARTE SECONDA)
►GIORNO 7

Anche quest’anno i The Sun sostengono la raccolta fondi natalizia proposta dall’Officina del Sole e lanciata lo scorso 20 dicembre, proseguendo così nell’intento di promuovere, attraverso la loro attività e professione, importanti progetti solidali.

Durante la prima edizione di “Viaggi di Luce: Giordania 2019” la band e oltre 100 persone hanno potuto conoscere da vicino la difficile realtà di moltissime famiglie irachene, scappate dalla loro terra a causa delle persecuzioni, che hanno trovato rifugio nella parrocchia di Mar Yousef ad Amman, gestita dall’amico don Mario Cornioli.

Dopo aver ascoltato le loro storie ed essere stati toccati dalle loro parole è nata, insieme all’Officina del Sole, la Campagna di Natale “Ma io credo in Te” per sostenere i progetti che aiutano questi coraggiosi testimoni della fede a ritrovare la loro dignità attraverso l’istruzione e il lavoro.

the sun rock band viaggi di luce giordania

the sun rock band viaggi di luce giordania

the sun rock band viaggi di luce giordania

the sun rock band viaggi di luce giordania

the sun rock band viaggi di luce giordania

the sun rock band viaggi di luce giordania

the sun rock band viaggi di luce giordania
Condividere è fare a metà raddoppiando la relazione. È un calcolo divino più che umano ma che nell’umanità trova un riscontro vantaggioso: quante volte vi è capitato di aiutare gli altri e sentirvi meglio? Quante volte, quando abbiamo messo il cuore in un regalo, siamo stati più appagati noi dalla gioia di chi lo ha ricevuto? Questa è vera comunione: aiutarsi attraverso azioni concrete, ma anche attraverso la preghiera. Perché possiamo sempre aiutare qualcuno anche da lontano.”
(I segreti della Luce – Francesco Lorenzi)

QUI è possibile trovare tutti i dettagli della Campagna di Natale 2019, che sarà attiva fino al 31 gennaio 2020.

Per chiunque volesse contribuire, questi i riferimenti:
OFFICINA DEL SOLE
Banca Popolare Etica – Filiale di Bologna
IBAN: IT30P0501802400000011729050
Causale: Campagna Natale 2019

Ogni gesto di solidarietà sarà di grande aiuto: insieme possiamo fare TANTO!

Per ulteriori informazioni e approfondimenti, vi rimandiamo al sito dell’associazione Habibi, di cui don Mario è presidente, ad un interessante articolo pubblicato su Avvenire e al diario di viaggio in Giordania sul blog per anime libere di Francesco Lorenzi.

the sun rock band viaggi di luce giordania

the sun rock band viaggi di luce giordania

the sun rock band viaggi di luce giordania

the sun rock band viaggi di luce giordania

Il 2020 per i The Sun sarà un anno ricco di importanti appuntamenti, da scoprire mese dopo mese tenendo sott’occhio anche gli articoli pubblicati nella sezione News del sito. Ma fin da ora, la band è orgogliosa di annunciare che da sabato 25 aprile a domenica 3 maggio prossimi riproporrà la straordinaria esperienza di "Un invito poi un viaggio".

Dopo le tre precedenti edizioni che hanno visto la partecipazione di oltre 600 persone, Francesco & Co. hanno voluto nuovamente lanciare questa iniziativa che testimonia il loro profondo legame con la Terra Santa, proponendo un programma senza eguali.

Oltre alla consueta visita dei luoghi tradizionalmente più significativi (Nazareth, Betlemme, Gerusalemme, Lago di Tiberiade e tanto altro…), un’importante novità riguarda l’approfondimento della Galilea, terra dove Gesù ha vissuto la maggior parte della sua vita.
the sun in pellegrinaggio in terra santathe sun e officina del sole in terra santathe sun in pellegrinaggio in terra santathe sun in pellegrinaggio in terra santathe sun in pellegrinaggio in terra santa
The Sun rock band impegno socialeNon mancheranno poi momenti particolarmente intensi come la camminata nel deserto di Giuda e l’incontro con importanti realtà caritative e di promozione sociale, tra cui l’Hogar Ninos Dios e il Caritas baby hospital.

Anche quest’anno, inoltre, la band offrirà un concerto acustico esclusivo in uno dei luoghi più suggestivi della Terra Santa: le rive del lago di Galilea, a Cafarnao, dove Gesù ha vissuto, amato e predicato intensamente.
the sun in concerto a cafarnaothe sun in concerto a cafarnao Per ulteriori informazioni sull’iniziativa e sulla modalità di iscrizione, vi invitiamo a leggere il post di Francesco Lorenzi pubblicato nel suo blog Per anime libere: ►LEGGI IL POST.

Ricordiamo che il pellegrinaggio “Un invito poi un viaggio” è reso possibile grazie all’impegno di molte persone tra le quali l’Officina del Sole con il suo direttivo, Lp Pilgrimages, il Patriarcato latino di Gerusalemme e la Custodia di Terra Santa.

Chi riceve e chi dà sono poi la stessa cosa, perché il segno dell’amore è proprio questo: non toglie nulla, aggiunge e moltiplica.
Francesco Lorenzi - I segreti della Luce 

La raccolta fondi natalizia dal titolo “Gerico, aiuto ai cristiani in difficoltà” proposta dall’ Officina del Sole e sostenuta dai The Sun ha raccolto 6.000€ che sono stati inviati all’Associazione ATS PRO TERRA SANCTA per il sostegno della comunità cristiana della parrocchia Buon Pastore di Gerico. 

Alla gratitudine di tutti coloro che si sono si adoperati per questa campagna solidale si unisce quella del custode di Terra Santa, fra Francesco Patton, che i pellegrini di “Un invito poi un viaggio” hanno avuto la gioia e l’onore di ascoltare a Cafarnao durante il concerto dei The Sun sulle rive del lago di Tiberiade: 

Cari amici dell’Officina del Sole, fan club della rock band The Sun,
a nome dei frati francescani custodi di Terra Santa, in particolare fra Mario e fra Andrew di Gerico, ringrazio di cuore voi, la band The Sun e tutti coloro che hanno partecipato alla campagna promossa a favore della Comunità del Buon Pastore, raccogliendo la generosa offerta di Euro 6.000.
Il vostro prezioso aiuto verrà trasmesso alla piccola parrocchia francescana di Gerico per sostenere la comunità cattolica che lì vive e tutte le persone bisognose. Una particolare attenzione è dedicata infatti alle famiglie più povere, che non si possono permettere le spese sanitarie per i parenti malati, in particolare gli anziani. Rimane fondamentale l’ambito educativo, tramite le scuole francescane, con l’obiettivo di garantire la giusta istruzione, ma anche un luogo sicuro e di incontro, per tutti i bambini.
La nostra presenza in questi Luoghi così cari a tutti i cristiani nel mondo è resa possibile ogni giorno grazie alla generosità espressa dai nostri sostenitori. Per questo vi ringraziamo di cuore per l’aiuto che questo Natale avete destinato alla Comunità cristiana di Gerico.
Nell’augurarvi ogni bene, vi assicuro la preghiera dai Luoghi Santi.
 

Fra Francesco PATTON 

I frati francescani della Custodia di Terra Santa continuano a sostenere e accompagnare il cammino di fede delle comunità cristiane loro affidate e non fanno mai mancare segni concreti di carità. Per chi volesse continuare a sostenere la comunità cristiana del Buon Pastore di Gerico trova tutte le informazioni nella pagina dei progetti di ATS PRO TERRA SANCTA.

La band ci tiene a ringraziare tutti coloro che hanno partecipato a questa iniziativa, perchè ogni piccola goccia donata può fare la differenza per la vita di molti. 

Anche quest’anno i The Sun sostengono la raccolta fondi nataliziaproposta dall' Officina del Sole e lanciata il giorno della vigilia di Natale.

Gerico, aiuto ai cristiani in difficoltà” è un’iniziativa davvero significativa che, grazie al contributo di tutti coloro che decideranno di aderire alla #CampagnadiNatale2018, sosterrà la comunità cristiana di Gerico, la più piccola dei territori Palestinesi.

Durante la terza edizione di “Un invito poi un viaggio”, la band e i 220 pellegrini che hanno partecipato al viaggio hanno avuto la possibilità di conoscere questa piccola realtà, decidendo così di sostenere le opere dei frati francescani della parrocchia di Gerico, che sono al fianco di chi ha più bisogno.

“Come fare ad aiutare gli altri quando i primi ad averne bisogno siamo noi? 
Chi accende un fuoco per scaldare chi ha freddo, scalda anche se stesso. Chi porta acqua laddove manca, disseterà poi anche se stesso. Chi costruisce una dimora per chi non ne ha, avrà una soddisfazione nuova che non lo lascerà.
Sollevare è rinascere nella rinascita di un altro.”
("I segreti della Luce" - Francesco Lorenzi)

►QUI è possibile trovare tutti i dettagli della Campagna di Natale 2018, che sarà attiva fino al 31 gennaio 2019.

Per chiunque volesse contribuire, questi i riferimenti:
OFFICINA DEL SOLE
Banca Popolare Etica - Filiale di Bologna
IBAN: IT30 P050 1802 4000 0001 1729 050
Causale: Campagna Natale 2018

Ogni gesto di solidarietà sarà di grande aiuto le famiglie cristiane di Gerico: insieme possiamo fare TANTO!

Dal 13 al 18 dicembre i The Sun saranno in Giordania ed in particolare ad Amman per realizzare alcuni concerti di Natale per i profughi cristiani scappati dall’Iraq e da Mosul, in seguito alla terribile persecuzione degli ultimi anni. La band incontrerà anche molti studenti giordani per portare loro un messaggio di pace, fratellanza e coraggio, sia attraverso la musica, che con la propria testimonianza.
Lorenzi & Co., inoltre, terranno alcune lezioni di musica per i bimbi dei campi profughi, sperimentando il progetto “The Sun school”, al quale la band sta lavorando da alcuni mesi.
L’iniziativa è realizzata in collaborazione con l’associazione Habibi e in particolar modo è resa possibile dall’assiduo impegno di don Mario Cornioli in medio oriente.

Da pochi giorni si è conclusa l'esperienza di "Un invito poi un viaggio 2018", il pellegrinaggio in Terra Santa che i The Sun propongono e promuovono in collaborazione con l'agenzia del Patriarcato Latino di Gerusalemme e il fan club Officina del Sole. 

Questa terza edizione del viaggio è stata un grande successo: ha coinvolto e toccato i cuori dei 232 partecipanti in modo particolarmente significativo, The Sun compresi. ”Anche se è l'ottava volta che vivo la Terra Santa, questa edizione di Un invito poi un viaggio mi ha commosso, trasformato e incoraggiato in modo particolare" dice Francesco.
"Forse il viaggio più significativo della mia vita!", aggiunge Lemma.
Come a dire che la Terra del Santo, vissuta con il mix di fraternità, musica e incontro caratteristici del format Un invito poi un viaggio, può sempre interrogare e rinnovare il cammino di ogni uomo che si pone in ascolto. 

Le tappe musicali a Cafarnao, sulle rive del lago, e poi a Mizpe Ramon e Betlemme, hanno accompagnato questi giorni indimenticabili. 

Solidarietà: Un invito poi un viaggio 2018 ha inoltre sostenuto una particolare iniziativa dei frati francescani della Custodia di Terra Santa con una donazione di 5.000 dollari per la realizzazione di un alloggio per pellegrini a Cafarnao.

Sono già centinaia le testimonianze dei pellegrini sui social; la loro gioia e gratitudine sarà poi inclusa nella sezione dedicata sul sito officinadelsole.thesun.it 

Un grazie particolarmente sentito va al Direttivo dell'Officina del Sole e a tutti i suoi volontari che, con la band, hanno prestato tempo, dedizione e amore a questa luminosa iniziativa volta al bene di molti. Un grazie speciale va anche ai 12 sacerdoti di diverse diocesi che hanno scelto di condividere questo viaggio, alle guide illuminanti fra Matteo Munari, fra Massimo Luca, don Samuele Battistella, don Marco Di Giorgio, don Patrizio Di Pinto; a fra Luca Panza, fra Diego Dalla Gassa, al Vescovo Domenico Sigalini che per la terza volta è stato compagno di viaggio paterno per tutti e al Custode di Terra Santa fra Francesco Patton, che ha condiviso con i pellegrini il concerto a Cafarnao donando anche la sua testimonianza.

In molti chiedono già quando sarà proposta una nuova edizione di Un invito poi un viaggio. "Preghiamo... e vediamo! ", chiude sorridente il nostro Francesco Lorenzi.

the sun in pellegrinaggio in terra santathe sun in pellegrinaggio in terra santathe sun e officina del sole in terra santathe sun in pellegrinaggio in terra santathe sun in pellegrinaggio in terra santathe sun in pellegrinaggio in terra santathe sun in concerto a cafarnaothe sun in concerto a cafarnaothe sun in concerto a cafarnao

the sun in concerto a cafarnao

the sun in concerto a cafarnaothe sun in pellegrinaggio in terra santathe sun in pellegrinaggio in terra santathe sun in pellegrinaggio in terra santa

the sun in pellegrinaggio in terra santathe sun in terra santa alla natività di betlemme the sun live a betlemme

the sun live a betlemme

Ph. ©Silvia Dalle Carbonare

Tutti gli esseri umani nascono liberi ed eguali in dignità e diritti. Essi sono dotati di ragione e di coscienza e devono agire gli uni verso gli altri in spirito di fratellanza”.

Mercoledì 5 Settembre i The Sun sono stati ospiti della 75° Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia, nello spazio della Regione del Veneto, intervento a sostegno del progetto "Un libro una pietra”.

Talvolta anche le esperienze più difficili e dolorose possono trasformarsi in occasioni di dono di sè e solidarietà, come la storia di Vasandhi, raccontata in un libro scritto da Rinaldo Boggiani, da sempre impegnato nel mondo della solidarietà, che racconta la toccante e dolorosa storia di una giovane ragazza indiana, che grazie al progetto “Un libro una pietra” ha potuto riscattare sé stessa e raggiungere quella uguaglianza che le era stata negata sia in india, che in Italia da parte di un uomo con cui è stata costretta a sposarsi e vivere. Un inno alla vita, alla spiritualità di una giovane vissuta tra violenza, dolori e umiliazioni.

I proventi derivanti dalla vendita di questo libro saranno infatti destinati alla costruzione di una struttura per il doposcuola, ad Alagapuri, la sua città natale, nel sud dell’India, città natale di Vasandhi. Sostenere questo progetto è un modo per essere solidali nei confronti non solo della giovane Vasandhi, ma anche di tutte le donne, dei bambini, degli emarginati e dei poveri della terra, che sono ogni giorno vittime, loro malgrado, di violenze e soprusi di ogni genere.

Dopo il saluto di Vasandhi, protagonista dell'omonimo libro e di Francesca Cipelli, madrina del progetto (atleta nazionale paralimpica), Francesco & co. hanno portato la propria esperienza di vita raccontando in particolare ciò che hanno vissuto durante l’ultimo viaggio in Terra Santa e grazie all’incontro con tante realtà solidali italiane ed internazionali, con le quali tuttora collaborano. Durante l'incontro sono stati inoltre proiettati il videoclip del brano "Le case di Mosul" e un estratto dal docufilm "Un invito poi un viaggio", realizzato per Tv2000 nel 2016.

La mattinata, organizzata grazie alla collaborazione con Cristiano Corazzari (Assessore alla cultura Regione del Veneto) è stata condotta da Valentina Noce (Avvocato del Foro di Rovigo e Presidente del Comitato Pari opportunità), che con il suo entusiasmo ha saputo coinvolgere tutti i presenti.

Ecco alcuni scatti della splendida giornata trascorsa nella meravigliosa cornice di Venezia, tra momenti di intensa condivisione e spensieratezza:

the sun rock band un libro una pietra

the sun rock band un libro una pietrathe sun rock band al festival del cinema di veneziathe sun rock band al festival del cinema di venezia

Ph. ©Silvia Dalle Carbonare

Betlemme, 9 Aprile 2014, Piazza della Natività: in occasione del concerto che ha concluso la prima edizione di “Un Invito Poi un Viaggio” nasce L’Officina del Sole, associazione culturale no-profit e fan club ufficiale dei The Sun.
Un anno di Officina del SoleL’Officina del Sole nasce dalla volontà di radunare tutti coloro che desiderano condividere la propria esperienza e il proprio percorso di Vita, aggregando persone provenienti da tutta l’Italia accomunate dalla voglia di fare esperienze positive, talvolta controcorrente ed eticamente consapevoli.The Sun rock band Officina del Sole The Sun rock band Officina del Sole A tre anni di distanza oltre 1500 Spiriti del Sole hanno già fatto parte di questa grande famiglia, che oltre a promuovere la musica dei The Sun animando i concerti e organizzando le trasferte nelle varie località coinvolte dal tour della band, propone momenti di incontro e di condivisione.

Sono numerose le iniziative benefiche accolte e promosse dai The Sun insieme all’Officina del Sole nel corso di questi tre anni di attività.
The Sun rock band Officina del Sole The Sun rock band Officina del Sole The Sun rock band Officina del Sole I The Sun sono parte di questa famiglia e augurano all’Officina del Sole di unire sempre più nella bellezza della vita i cuori dei tanti Spiriti del Sole sparsi in tutta la penisola e fuori dai confini nazionali.

The Sun rock band Officina del Sole

Ogni anno i The Sun scelgono di sposare dei progetti umanitari, supportando iniziative benefiche e di promozione sociale sia a livello locale che internazionale.

Anche per il 2016 sono state sostenute missioni di pace, adozioni a distanza, iniziative volte alla ricostruzione post terremoto del centro Italia, strutture per la protezione e valorizzazione di bambine con storie di vita disagiate, giovani alla ricerca di un’occupazione e una missione diocesana trevigiana, che opera nel paese più povero al mondo.

“Ci sentiamo semplicemente chiamati a fare la nostra parte” ha commentato Francesco Lorenzi “e a condividere i frutti e la gioia del nostro lavoro per sostenere i nostri fratelli vicini e lontani.
Se noi possiamo aiutare qualcuno è soltanto grazie alle tante persone che ci vogliono bene e che, organizzando i nostri eventi, ci permettono di farci promotori di tante piccole e grandi iniziative benefiche”.

The Sun rock band impegno sociale The Sun rock band impegno sociale

 

Dopo l'uscita del nuovo singolo “Il mio miglior difetto” e in procinto di partire per Cracovia i The Sun saranno i protagonisti del docufilm “Un invito poi un viaggio”, che verrà trasmesso il 27 Luglio alle 22.30 e in replica il 6 Agosto alle 9.10 su TV 2000.

“Un invito poi un viaggio” racconta la storia dei The Sun e la vita di tanti giovani alla ricerca della felicità attraverso un particolare viaggio in Terra Santa, intrapreso assieme al fan club della band, l’Officina del Sole.

I The Sun protagonisti del documentario "Un invito poi un viaggio"

Una terra complessa come la Palestina vista con gli occhi dei giovani del 2016, attraverso le testimonianze dirette di Francesco, Matteo, Riccardo e Gianluca, di ragazzi e ragazze dell’Officina del Sole e di alcune persone impegnate in progetti caritatevoli e di cooperazione allo sviluppo che, anche grazie all’incontro con i The Sun, hanno scelto questo cammino umanitario.
La regia è di Emanuele Meoni, la sceneggiatura di Sandra Miranda Pattin, il montaggio di Emanuele Meoni, Matteo Fagioli e Silvia Dalle Carbonare, le riprese di Emanuele Meoni, Matteo Fagioli, Silvia Dalle Carbonare e Michele Rebesco (drone).

Il docufilm “Un invito poi un viaggio”, la cui messa in onda su TV2000 coincide con la partecipazione alla Giornata Mondiale della Gioventù, rappresenta una tappa molto importante nella carriera dei The Sun che sono attualmente impegnati anche nel tour “Cuore aperto”, iniziato dopo la pubblicazione del nuovo album.

Oggi ha avuto inizio la straordinaria iniziativa "Un invito poi un viaggio".
Ispirata al primo viaggio dei The Sun a Betlemme del 2011, dove la band suonò per la prima volta per la pace, questo viaggio organizzato in collaborazione con il fan club Officina del Sole e alcuni sacerdoti - don Mario Cornioli, don Danilo Costantino, don Massimo D'abrosca e don Tony Drazza - è una esperienza unica nel suo genere. Per la seconda volta in tre anni Lorenzi & Co. tornano in Israele e Palestina con 200 giovani, quest'anno provenienti da 14 regioni italiane e da alcuni stati esteri, accomunati dalla passione per la musica dei The Sun e dalla voglia di mettersi in cammino.
In un momento difficile, dove molti rinunciano a visitare i luoghi della vita di Gesù, la band ancora una volta sceglie di dare voce al desiderio di chi vuole dare un segno di pace, di presenza e di coraggio.
L'iniziativa è maturata nello spirito del volontariato ed è stata accolta con grande entusiasmo, è bastato il passaparola dopo l'annuncio dal palco a fine anno, e i posti disponibili sono andati a ruba. Ancora una volta!

Ecco l'articolo pubblicato oggi, tra gli altri, da Avvenire, firmato da Massimo Iondini.

The Sun band articolo sul quotidiano Avvenire

 

Dopo una lunga attesa, sabato 26 Dicembre, durante l’ultimo evento del 2015 del tour “Cuore Aperto”, i The Sun hanno finalmente lanciato  #‎UnInvitoPoiUnViaggio2016.
Si ripete, quindi, l’iniziativa proposta nel 2014, accolta con successo da oltre 200 giovani provenienti da tutta Italia.

Quest’anno il viaggio sarà dal 2 al 10 Aprile 2016: 9 giorni che si preannunciano densi, straordinari e ricchi di emozioni; un viaggio dedicato non solo a chi non è mai stato in Terra Santa, ma anche a chi ha già visitato quella terra, ma vuole approfondire il proprio percorso umano e spirituale attraverso quei luoghi meravigliosi e pregni di storia.

L’incontro con testimoni autentici e credibili, che donano la loro vita al servizio di tutti, senza distinzione di razza, ceto sociale o religione, i momenti di condivisione e gli spazi di riflessione personale, il racconto della complessa situazione socio-politica, la storia della vita di Cristo, la musica e l’incontro con la cultura medio-orientale sono solo alcuni degli elementi che caratterizzano questa esperienza.

Le iscrizioni sono aperte fino ad esaurimento posti!
Tutte le informazioni, il modulo d’iscrizione e il programma del viaggio si possono trovare sul sito dedicato:  www.uninvitopoiunviaggio.it

► QUI IL VIDEO DI LANCIO DI #UIPUV2016

L’Officina del Sole nasce dal forte desiderio di otto ragazzi di Parma di condividere con il maggior numero di persone possibili, il profondo messaggio positivo di vita autentica, che i The Sun vivono e testimoniano attraverso la loro musica.

Dopo un primo periodo di riflessione e di confronto con la band, nell’autunno del 2013, si concretizza il sogno e vengono finalmente poste le basi per costruire questo grande progetto.
Il 09 aprile 2014, durante il concerto tenutosi a Betlemme in conclusione del pellegrinaggio “Un invito… poi un viaggio”, organizzato grazie alla collaborazione del Patriarcato Latino di Gerusalemme, di un giovane gruppo di amici sacerdoti e al contributo dei ragazzi di “Un Ponte per la Terra Santa“, viene ufficialmente annunciata la nascita di questa Associazione Culturale Ricreativa no-profit.

L’Officina del Sole, oltre a promuovere la musica dei The Sun, animando i concerti e organizzando le trasferte nelle varie località coinvolte dal tour della band, ha lo scopo di radunare tutti coloro che desiderano condividere la propria esperienza e il proprio percorso di Vita.
Chiunque aderisca all'associazione ha infatti la possibilità di collaborare alla crescita del progetto, mettendo a disposizione le proprie idee, il proprio entusiasmo, le proprie abilità e la propria voglia di crescere e confrontarsi con gli altri.

Oggi questo straordinario progetto compie il primo anno, durante il quale questa grande famiglia si è allargata in tutta l’Italia coinvolgendo più di 600 persone; non solo giovani ed adolescenti, ma anche numerose famiglie.
Sono dei veri e propri “Spiriti del Sole”, che amano scambiarsi pensieri, riflessioni, canzoni e tutto ciò che più sentono di volere mettere in condivisione, unendo le proprie energie anche a sostegno di iniziative umanitarie.

Da questo sogno illuminato, divenuto una concreta realtà, sono nate tante belle amicizie e tante idee sono in circolo per quello che sarà il secondo anno insieme ai ragazzi dell'Officina del Sole e che vedrà la pubblicazione del nuovo entusiasmante disco dei The Sun.

Un anno di Officina del Sole

 

Dopo l'esperienza vissuta nel 2011 e raccontata nel capitolo "Betlemme" del libro "La strada del Sole" di Francesco Lorenzi, un anno fa i The Sun, grazie alla collaborazione con il Patriarcato Latino di Gerusalemme, ad un giovane gruppo di amici sacerdoti e al contributo dei ragazzi di "Un Ponte per la Terra Santa", concretizzavano quello che fino ad allora era stato solo un sogno: un pellegrinaggio in Terra Santa che coinvolgesse tanti giovani provenienti da tutta l’Italia.

Un invito poi un viaggio. Ancora oggi sono vive le forti emozioni vissute durante quel viaggio, nel cuore degli oltre 200 giovani chi vi hanno preso parte e che, accompagnati da guide preparate, hanno ripercorso la storia di Gesù Cristo, visitando i luoghi in cui è nato e vissuto.

L’incontro con testimoni autentici e credibili, che donano la loro vita al servizio di tutti, senza distinzione di razza, ceto sociale o religione, hanno segnato profondamente il cuore di chi ha intrapreso quel cammino.

Sono davvero tante le testimonianze arrivate alla band nei mesi successivi, che raccontano come quest'esperienza abbia segnato in positivo gli animi di chi l'ha vissuta, aprendo i cuori e, in molti casi determinando delle scelte di vita volte al Bene.

Al giorno d’oggi arrivano sempre più spesso notizie che raccontano la difficoltà di essere Cristiani in paesi diversi dall’Italia, dove la Fede si paga a caro prezzo; proprio per questo è sempre più importante sostenere queste popolazioni, informandosi su ciò che accade in quelle terre e, soprattutto, raccontando la propria esperienza.

Per i The Sun ed in particolare per tutti i pellegrini che insieme a loro hanno camminato lungo le strade della Terra Santa, la ricorrenza di questo viaggio, che cade proprio il giorno di Venerdì Santo, assume un significato ancora più forte, diventando un ulteriore invito a testimoniare senza paura la propria Fede.

Ci sono giorni indelebili, che resteranno per sempre. Nazionalità differenti, religioni differenti, un palco tra la Basilica della Natività e il Minareto... 2000 Spiriti del Sole.

Tante diversità si sono unite grazie alla musica! L'iniziativa è stata un grande successo da ogni punto di vista.

Grazie a tutti, di cuore, da Betlemme!!!

The best trip ever!

Il 17 Agosto i The Sun sono stati i protagonisti della puntata di Mizar, la rubrica culturale curata dal TG2,  per una speciale intervista dedicata al progetto #10forSyria in collaborazione con l'associazione AVSI.

Leggi anche: RACCOLTI 130.000€ PER #10FORSYRIA

Mercoledi 21 Agosto alle ore 11 di mattina è stata trasmessa la replica della puntata sempre sull'emittente nazionale RAI Due.

Per chi si fosse perso l'appuntamento con Francesco, Matteo, Riccardo e Gianluca, a seguire il video dell'intervista.

THE SUN - MIZAR