Dal 29 agosto al 1° settembre scorsi ragazzi tra i 16 e i 26 anni, provenienti da numerose regioni di Italia, si sono dati appuntamento a Loreto per il primo raduno nazionale della "Fraternità" intitolato "Tutti santi”, condividendo preghiera, divertimento, catechesi e testimonianze.

"Fraternitá - hanno spiegato gli organizzatori - è una community di giovani che hanno deciso di camminare insieme verso la santità e che desiderano essere luce del mondo e sale della terra. Non è in un luogo, ma vive grazie alle relazioni condivise online e offline che ognuno vive nella propria realtà”.

the sun e don alberto ravagnani con la fraternità
L’evento ha sancito anche il lancio “ufficiale” di questa fraternità
, nata da un’idea di don Alberto Ravagnani, che ha come colonna sonora l’ultimo singolo dei The Sun “Voglio qualcosa di vero”. Il raduno è stato organizzato da LabOratorium, un'associazione APS che intende promuovere attività giovanili legate al mondo della comunicazione digitale, dei social e dei media ispirate ai valori del Vangelo. 

the sun live loreto con don alberto ravagnani e la fraternità
the sun live loreto con don alberto ravagnani e la fraternità
the sun live loreto con don alberto ravagnani e la fraternità
the sun live loreto con don alberto ravagnani e la fraternità
the sun live loreto con don alberto ravagnani e la fraternità
the sun live loreto con don alberto ravagnani e la fraternità
don alberto ravagnani al concerto dei the sun
the sun live loreto con don alberto ravagnani e la fraternità
the sun live loreto con don alberto ravagnani e la fraternità
the sun live loreto con don alberto ravagnani e la fraternità
the sun live loreto con don alberto ravagnani e la fraternità
the sun live loreto con don alberto ravagnani e la fraternità

Dopo lo straordinario concerto di martedì 30 agosto, il giorno successivo tra i relatori/animatori ha partecipato anche il nostro Francesco Lorenzi che, stimolato dalle profonde domande di don Alberto, ha raccontato ai presenti esperienze personali e condiviso anche aspetti poco conosciuti della sua adolescenza.

francesco lorenzi loreto con don alberto ravagnani e la fraternità
francesco lorenzi loreto con don alberto ravagnani e la fraternità
francesco lorenzi loreto con don alberto ravagnani e la fraternità

Successivamente, una parte dei ragazzi della Fraternità ha vissuto un intenso “workshop” con lo stesso Francesco incentrato sull’affettività, durante il quale ha approfondito vari passaggi delicati della sua storia per stimolare la condivisione all’interno del gruppo.

Avremmo potuto continuare ad ascoltarci reciprocamente per giorni” – ha confidato Francesco - Quanta ricchezza c’è ogni volta che scegliamo di aprirci, di andare oltre le nostre paure e vergogne, per crescere insieme alla luce dell’Amore di Dio. Mi sono commosso in più momenti ascoltando le esperienze di questi meravigliosi ragazzi. Mi hanno fatto un grande dono con le loro storie”.

francesco lorenzi loreto con don alberto ravagnani e la fraternità

O grupo italiano de rock THE SUN atua no auditório do CEF - Centro de Estudos de Fátima na noite de 30 de outubro, às 21:00. O concerto integra-se na viagem-peregrinação a Portugal deste grupo musical que faz da música um meio para passar a sua mensagem e testemunho de fé cristã. 

Com atuações internacionais em vários países, a começar pela Terra Santa, onde atuou pela primeira vez em 2011, e em grandes eventos católicos como o Encontro Mundial das Famílias e em várias edições da Jornada Mundial da Juventude, o THE SUN, fundado em 1997, escolheu este ano Fátima para um concerto gratuito e traz com ele 80 fãs numa viagem-peregrinação a Portugal, com visita a Lisboa, Fátima, Coimbra e Braga. 

Entre outros reconhecimentos públicos que recebeu, o THE SUN foi premiado em 2013 no Festival da Doutrina Social, em Verona, “pelo que tem feito por milhares de jovens, despertando neles a consciência de que agir ativamente pelo bem comum traz realização, alegria, dignidade ao indivíduo e à sociedade como um todo”. 

Em 2016, Francesco Lorenzi, principal rosto da banda, compositor cantor e guitarrista, recebeu a Medalha do Pontificado - Prémio do Papa Francisco, no contexto das Academias Pontifícias, “pela sua contribuição para o desenvolvimento do humanismo cristão e das suas expressões artísticas no mundo".

Recentemente, Francesco Lorenzi participou, a 16 de outubro, no VII Encontro de Músicos Católicos, organizado pela Conferência Episcopal Espanhola em Burgos, com o seu testemunho de vida e conversão intitulado “A bondade trouxe-me a casa”.

Uma das suas grandes tournés, a Tournée da Luz, que terminou em outubro de 2014, contou 172 eventos com mais de 200.000 participantes e passou por Itália, Portugal, Brasil e Israel.

Imagens de um dos concertos: https://www.youtube.com/watch?v=aY0Ewi6Da4k.

the sun fatima portogallo uipuv

Con grande gioia i The Sun annunciano che Francesco Lorenzi sarà ospite sabato 16 ottobre al VII° incontro dei musicisti cattolici, organizzato dalla Conferenza Episcopale Spagnola che si terrà a Burgos, con una testimonianza dal titolo “La bontà mi ha portato a casa".

Tornare a Madrid, in particolare a Burgos, ha per me un significato del tutto speciale. Come Sun Eats Hours avevamo suonato ovunque in Spagna, per anni, e Burgos fu l'ultima città ad accogliere con grande partecipazione un nostro concerto prima della morte dei SEH e l'inizio della storia dei The Sun (come racconto ne La strada del Sole).

Torno a fare un evento in Spagna dopo così tanti anni ricominciando dalla cattedrale di... Burgos. Incredibile!! Certi segnali sono così evidenti! Torno proprio lì, con una testimonianza ai giovani musicisti e autori spagnoli riuniti per questo straordinario meeting nazionale voluto dalla Conferenza Episcopale Spagnola sull'arte e la musica al servizio del bene.

Come mi sento? Sono emozionato, felice e onorato di poter portare la mia esperienza proprio laddove ho suonato così tanto in un tempo in cui non mi era chiaro che la musica potesse essere uno strumento di luce senza eguali. È bello quando la vita ci sorprende dandoci l'opportunità di riportare equilibrio e consapevolezza dove magari prima, per molte ragioni, mancarono. È proprio un dono grande."

Il rapporto tra i The Sun e il cinema non è nuovo, come dimostrano la collaborazione con la Dominus Production e la partecipazione nel 2018 alla 75° Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia.

In questi mesi, si è arricchito di un ulteriore tassello: la Wanted Cinema ha contattato i ragazzi per chiedere loro di promuovere l’uscita del film Corpus Christi del polacco Jan Komasa, candidato agli Oscar 2020.

Dopo aver visionato la pellicola in anteprima, i The Sun hanno accolto con entusiasmo la proposta, convinti dalla potenza e dalla maturità di un film ricco di spunti su cui riflettere e di passaggi dal forte valore simbolico per la loro esperienza umana e di band.

Quanta santa libertà in questo film! Corpus Christi riesce in ciò che dovrebbe fare l'Arte: interrogare, commuovere, aprire orizzonti e dare testimonianza. Daniel è un pezzo di me, di te, della nostra vita: specchio che ci chiede a che punto è la nostra Fede e la nostra umanità. (Francesco)

Finalmente un film vero nella sua incredibile storia e questo, oltre che dalla produzione e dalla recitazione, è dato dai silenzi rispettati ad arte. La mia unica domanda è: il mondo cattolico è pronto per questo film? (Riccardo)

Il punto di forza del film è porre interrogativi con caparbietà. Qual é la strada per arrivare alla fede? Non è anche quella che attraversa le incoerenze, di cui mi sento un buon esponente, arrivando alla redenzione dopo continue cadute? (Matteo)

"Perdonare non significa dimenticare, ma amare qualcuno nonostante la sua colpa." Questo é un pilastro. Una vera meraviglia per l'anima, un balsamo che dà speranza. In fondo, insegna che la parola evangelica ha una forza davvero dirompente… (Gianluca)

Questo film mi ha riportato inevitabilmente alla mia esperienza con i The Sun… Noi esistiamo all’interno di una società nella quale abbiamo il dovere di capire, collaborare e aiutare per evolvere noi stessi. (Andrea)

Inoltre, nei giorni successivi al lancio del film, Francesco, Riccardo e Matteo sono stati coinvolti in una diretta streaming, commentando in ottica personale, spirituale e professionale alcuni passaggi chiave della pellicola in compagnia dell’attenta e sensibile Beatrice Moia (Wanted Cinema). 

È possibile rivedere interamente la diretta qui: https://fb.watch/5oZ_jhvMzw/.

Durante le scorse settimane Francesco Lorenzi è stato più volte “ospite" nelle pagine e nel sito del quotidiano Avvenire con due interventi che hanno suscitato l’interesse di moltissimi lettori e utenti.

Nell’articolo apparso venerdì 11 dicembre all’interno del settimanale culturale Agorà ha presentato la nuova edizione de “La strada del Sole” e condiviso le sue intense riflessioni sul difficile momento storico che stiamo vivendo, sui cambiamenti in atto nella società e sull’importanza della continua ricerca di senso in un orizzonte più ampio.

È più che mai necessario - ha detto Francesco - per ciascuno fare memoria del bene ricevuto, il che significa rivitalizzare l’amore racchiuso dentro di noi e, in definitiva, fare memoria dell’amore di Dio. Per noi, tappa dopo tappa, è il cammino raccontato nel libro”.

Di seguito trovate l’articolo integrale scritto da Massimo Iondini:

francesco lorenzi intervista avvenireQualche giorno più tardi, sul sito di Avvenire, è apparso un video nel quale Francesco ha offerto la sua testimonianza su come prepararsi al Natale in questo tempo così particolare.

Prendendo spunto da un evento personale che ha rappresentato una tappa fondamentale nel suo cammino di maturazione spirituale, rilancia l’importanza di rispondere anche oggi alle domande dei giovani, soprattutto quando sembra più difficile vivere momenti di relazione vera, personale e profonda.

Un video da ascoltare più volte e sul quale riflettere. 

 

Lo scorso weekend è cominciata ufficialmente la nuova tournée in supporto all pubblicazione della collection “20”, il nuovo lavoro discografico realizzato in occasione del ventesimo compleanno della band vicentina.
I The Sun hanno inaugurato questa prima parte di tour esibendosi a Prato, presso il teatro Politeama Pratese, e a Sesto San Giovanni (Milano), al Palasesto. Le prime tappe sono state un successo; la band ha portato in scena il nuovissimo spettacolo “Ogni benedetto giorno”, all'interno del quale Francesco, Riccardo, Matteo, Gianluca e Andrea raccontano alcune esperienze significative ed incontri personali vissuti in questi anni: un mix intenso di musica, dialoghi, testimonianze, video ed interazioni con il pubblico, che ha già fatto ballare, divertire e riflettere gli oltre millecinquecento spettatori presenti.
Le nuove esperienze condivise, la scaletta di 20 brani che ripercorre l’intera carriera della band, la testimonianza del nuovo elemento Andrea Cerato, i dialoghi ironici ma pregni di significato, rendono questo spettacolo qualcosa di assolutamente inedito non solo tra le proposte dei The Sun, ma anche in tutto il panorama musicale italiano.
Alla tournée già annunciata si sono aggiunte in questi giorni altre tre tappe: Sezze Romano (Latina), Schio (Vicenza) e Rossano Veneto (Vicenza) ed altre si aggiungeranno nelle prossime settimane. Per chi desidera invitare la band ed organizzare un evento, ricordiamo di scrivere a eventi@thesun.it.
the sun live ogni benedetto giornoPh. ©Silvia Dalle Carbonare

Il 26 aprile, durante il Convegno Nazionale dei direttori e dei collaboratori degli Uffici Catechistici, Francesco e Riccardo sono stati invitati ad intervenire per portare la propria esperienza di lavoro con i giovani attraverso metodi e linguaggi nuovi.

"Riuscire ad educare ad instaurare rapporti veri e fraterni è senza dubbio uno dei principali passaggi dell'iniziazione cristiana, i cui frutti sono tra i più abbondanti doni di grazia dell'esistenza stessa" .

L’incontro è stato particolarmente intenso ed apre a nuove future collaborazioni e sinergie tra diverse realtà che hanno a cuore il mondo giovanile.